Italianoit

Kids

La Principessa saggia Vedi a schermo intero

La Principessa saggia

L’eredità di Anna Maria Luisa de’ Medici Elettrice Palatina

L’eredità di Anna Maria Luisa de’ Medici Elettrice Palatina

Maggiori dettagli

  • Curatore: Stefano Casciu
  • Formato (cm): 24 x 27
  • Anno di pubblicazione: 2006
  • Pagine: 384
  • Illustrazioni: 40 in b/n e 260 a colori

€ 29.75

Prezzo ridotto!

-15%

€ 35.00

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato ...

Catalogo di mostra, Firenze, Palazzo Pitti, Galleria Palatina, 22 dicembre 2006-15 aprile 2007

A più di trent’anni dalla prima ed insuperata mostra dedicata agli Ultimi Medici, torna a Palazzo Pitti il fasto tardo barocco della corte fiorentina, nel contesto europeo che, grazie al matrimonio tedesco dell’ultima Principessa della dinastia toscana, vide i Medici ancora protagonisti prima del declino e dell’estinzione della casata.
Anna Maria Luisa de’ medici (1667-1743), figlia del Granduca Cosimo III e di Marguérite-Louise d’Orléans, fu, infatti, l’ultima dei Medici. Nel 1691 sposò Johann Wilhelm von Pfalz-Neuburg, Elettore Palatino, trasferendosi a Düsseldorf col titolo di Elettrice Palatina, con il quale è oggi più conosciuta.
Il suo nome è indissolubilmente legato al destino della città di Firenze. All’ultima Principessa medicea si devono infatti la salvaguardia e la conservazione sino ad oggi, nei luoghi originari, dell’immenso patrimonio artistico raccolto dai Medici nei tre secoli della loro dominazione in Toscana. L’articolo terzo della Convenzione stipulata nel 1737 tra l’Elettrice Palatina ed il primo Granduca di Asburgo-Lorena, Francesco Stefano, e meglio nota come ‘Patto di Famiglia’, impegnò infatti la nuova dinastia regnante a non trasportare “o levare fuori della Capitale e dello Stato del GranDucato… Gallerie, Quadri, Statue, Biblioteche, Gioje ed altre cose preziose… della successione del Serenissimo GranDuca”, affinché esse rimanessero “per ornamento dello Stato, per utilità del Pubblico e per attirare la curiosità dei Forestieri”. La volontà lucida e modernissima di Anna Maria Luisa de’ Medici consegnò quindi intatti, al futuro, Firenze e il suo sterminato patrimonio artistico.
A questo atto fondamentale, che pone l’Elettrice Platina tra le figure più eminenti della storia fiorentina, si aggiungono molti altri motivi a sostanziare le ragioni della mostra che verrà a lei dedicata a 270 anni dal Patto di Famiglia.
L’esposizione, infatti, intende proporre al pubblico una più ampia vicenda artistica e collezionistica incentrata sulla figura dell’Elettrice Palatina e, tramite lei, su quelle del padre Cosimo III, del fratello Ferdinando e del marito Johann Wilhelm, tra i maggiori mecenati e collezionisti dell’Europa del tempo. Attraverso la presentazione di opere d’arte di raffinatissima eleganza (capolavori di pittura e di scultura, stupefacenti arredi in pietre dure, bronzi di virtuosistica fattura, miniature, gioielli, porcellane), verrà quindi riproposto quel clima di squisita attenzione per le arti che coinvolse ed unì strettamente, tra la fine del Seicento e i primi decenni del Settecento, le due corti di Firenze e di Düsseldorf, e quindi l’Italia, la Germania e i Paesi Bassi.

 

Scrivi il tuo commento

I dati inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, fatto salvo il diritto della redazione di Sillabe di eliminare i commenti ingiuriosi, e a qualunque titolo offensivi nei confronti dell'autore e dell'opera, o stroncature immotivate. Inoltre verranno altresì cancellate tutte quelle recensioni che apparissero frutto di azioni di spamming o che in ogni caso arrecassero disturbo all'attività del sito e alla sua immagine editoriale. I commenti con link all’interno del testo, o scritte in carattere maiuscolo, non possono essere pubblicati. Non si possono rimuovere dal sito recensioni già pubblicate.
La Principessa saggia

La Principessa saggia

L’eredità di Anna Maria Luisa de’ Medici Elettrice Palatina

Scrivi il tuo commento