Italianoit

Kids

Restauri in villa Vedi a schermo intero

Restauri in villa

Opere d'arte restaurate nel 2009 e nel 2010

Opere d'arte restaurate nel 2009 e nel 2010

Maggiori dettagli

  • Curatore: Marilena Tamassia
  • Formato (cm): 16 x 16
  • Anno di pubblicazione: 2011
  • Pagine: 48 a 4 colori
  • Illustrazioni: 30

€ 5.86

Prezzo ridotto!

-15%

€ 6.90

Questo volume presenta 16 opere d’arte, mai viste prima d’ora a Firenze, frutto del lavoro di due anni di restauri, 2009 e 2010. Il volume si compone di due diversi nuclei: opere d’arte restaurate in occasione della mostra presentata ad Aosta e mai presentate sul territorio toscano e opere d’arte restaurate nel corso del 2010 ed anche queste totalmente inedite.

Il panorama di opere che qui si presenta è composto da una diversità di tipologie, materiali, epoche e stili, tutte provenienti dall’Eredità Bardini acquisita dallo Stato nel 1996. La raccolta di questi oggetti è attualmente ospitata nel Palazzo Mozzi Bardini e costituirà il Museo Bardini Statale in corso di realizzazione. La Villa Medicea di Cerreto Guidi ospita attualmente una serie di opere che si accordano ad essere ospitate nei suoi bei saloni, insieme alla ricca collezione di armi che cosituisce il Museo della Caccia.

Appartengono a quest’esposizione gli stemmi in pietra del Trecento fiorentino (la Croce del Popolo e il Giglio fiorentino e l’arme della potente famiglia degli Albizzi), qui presentati per documentare la ricchezza economica e la floridezza di tante istituzioni, che hanno poi permesso lo sviluppo della civiltà rinascimentale fiorentina. Sono anche presentati due capitelli, che documentano il progressivo diffondersi della cultura figurativa del Rinascimento a Firenze. Testimoniano questa stessa diffusione i due gessi, di cui uno da Donatello, San Giorgio uccide il drago e libera la principessa, l’altro documenta il diffondersi del tema della Madonna col Bambino. Chiudono la rassegna dei pezzi presenti ad Aosta due bellissime stoffe con storie sacre, due pregevoli sete scelte tra le innumerevoli stoffe Bardini.

Tra le opere restaurate nel 2010 presentiamo una terracotta raffigurante la Continenza di Scipione di Cristoforo Mantegazza, grande e potente scultore del Quattrocento; due interessanti capitelli in terracotta, provenienti uno dal palazzo Bellincini di Modena (capitello con cavalli marini) e l’altro dal monastero di San Pietro, sempre di Modena, opere della bottega di Antonio Begarelli; un’interessantissima tela dipinta nella bottega del Guercino da Lorenzo Gennari, suo nipote. Vediamo poi la bellissima Ebe che ci mostra un prezioso vaso e sfugge con ritrosia il nostro sguardo. Dipinta fa Francesco Botti, allievo del grande Simone Pignoni; ai primi del Settecento risale la tela con Gli angeli che servono Gesù dopo la tentazione, ambientato in un paesaggio quasi lunare e incantato.

Divertente il tondo che raffigura Civetta, altri uccelli e farfalle, derivato dal mosaico di Marcello Provenzale conservato al Museo degli Argenti, che è una rivisitazione di quest’opera in chiave medicea. Chiude la rassegna la replica che Amos Cassioli ha eseguito dell’opera Galeazzo Sforza, duca di Milano, insieme alla moglie Bona di Savoia visita Lorenzo de’Medici, conservata nella collezione Chigi Saracini di Siena.

Per tutti gli appassionati di storia dell’arte, gli storici e i numerosi visitatori della Toscana in cerca di nuovi angoli ancora da scoprire.

Il volume è a cura di Marilena Tamassia, storica dell’arte, direttrice della Villa Medicea di Cerreto Guidi e del Gabinetto Fotografico della Soprintendenza Speciale del Polo Museale Fiorentino, la quale sta conducendo da anni un ammirevole lavoro di ordinamento e pubblicazione critica degli archivi dell’Ente, autrice anche, sempre per i tipi di Sillabe: Dietro le mostre, dei volumi: Firenze ottocentesca nelle fotografie di J. B. Philpot, Firenze; Uno sguardo d’epoca nelle fotografie di Giuseppe e Vittorio Jacquier e Architetture e paesaggi di Toscana nelle fotografie di Giuseppe e Vittorio Jacquier; Paesaggio e ambiente nelle fotografie di Lodovico Pachò; Dietro le mostre. 1931 - Il giardino italiano in mostra; Firenze 1944-1945: danni di guerra; Spigolature dal fondo Ometti – immagini dalla rivista “Dedalo”, Paesaggi toscani nelle immagini della Fototeca Italiana.

Scrivi il tuo commento

I dati inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, fatto salvo il diritto della redazione di Sillabe di eliminare i commenti ingiuriosi, e a qualunque titolo offensivi nei confronti dell'autore e dell'opera, o stroncature immotivate. Inoltre verranno altresì cancellate tutte quelle recensioni che apparissero frutto di azioni di spamming o che in ogni caso arrecassero disturbo all'attività del sito e alla sua immagine editoriale. I commenti con link all’interno del testo, o scritte in carattere maiuscolo, non possono essere pubblicati. Non si possono rimuovere dal sito recensioni già pubblicate.
Restauri in villa

Restauri in villa

Opere d'arte restaurate nel 2009 e nel 2010

Scrivi il tuo commento