Italianoit

Kids

Da Raffaello a Rubens Vedi a schermo intero

Da Raffaello a Rubens

Disegni della Fondazione Horne

Catalogo della mostra Firenze, Museo della Fondazione Horne, 24 novembre 2000-30 aprile 2001

Maggiori dettagli

  • Curatore: Cristiana Garofalo
  • Formato (cm): 24 × 26
  • Anno di pubblicazione: 2000
  • Pagine: 96
  • Illustrazioni: 11 in b/n e 42 a colori

€ 17.56

Prezzo ridotto!

-15%

€ 20.66

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato ...

Alla morte di Herbert Percy Horne - architetto, critico d'arte, poeta, acquerellista, grafico e soprattutto grande collezionista d'arte - avvenuta a Firenze il 14 aprile 1916, il Palazzo e le collezioni d'arte in esso contenute vennero lasciate allo Stato italiano, con la clausola che fosse costituita una fondazione intitolata a Horne. E' così che entrarono a far parte del patrimonio nazionale anche 929 fogli che documentano l'ampio raggio di interesse del collezionista. Infatti, nonostante la passione dichiarata per il Rinascimento fiorentino, esempi di scuola senese ed umbra fanno mostra di sé accanto ad altri fogli inventariati sotto i nomi di Fra Bartolomeo, Raffaello, Giulio Romano, Luca Cambiaso, Guercino ecc. Tra i pezzi più famosi: lo studio preparatorio per l'incisione del Ritratto di Philip Melanchton del Dürer; vari fogli di Bassano, del Pordenone, di Palma il Giovane, Ottavio Leoni, Parmigianino. A questi nomi si affiancano nella raccolta quelli di numerosi paesaggisti veneti, fiamminghi e francesi dei secoli XVI - XVIII. La mostra e il relativo catalogo danno conto di 35 straordinari esemplari. Si tratta di disegni "a figura" di epoca rinascimentale e della prima metà del Seicento. Nomi come Raffaello, Giulio Romano, Jacopo Pontormo, Alessandro Allori, Luca Cambiaso, Piero da Cortona, Gianlorenzo Bernini, Cristofano Allori, Guido Reni, Guercino, Pieter Paul Rubens offrono l'opportunità a intenditori e non di apprezzare la ricchezza e la varietà della collezione.

Il volume, a cura di una specialista del settore, Cristiana Garofalo, alla quale è stato delegato il compito di tracciare in un saggio le linee generali della collezione e di schedare i pezzi, contiene un contributo del celebre storico dell'arte Luciano Bellosi e un'introduzione di Umberto Baldini, storico dell'arte di fama internazionale, nonché presidente della Fondazione Horne. L'importanza del materiale presentato e al contempo l'estrema notorietà degli artisti in mostra costituiscono una vera e propria rarità per gli studiosi di arti grafiche.

Scrivi il tuo commento

I dati inseriti in questa pagina saranno pubblicati sul sito nei prossimi giorni, fatto salvo il diritto della redazione di Sillabe di eliminare i commenti ingiuriosi, e a qualunque titolo offensivi nei confronti dell'autore e dell'opera, o stroncature immotivate. Inoltre verranno altresì cancellate tutte quelle recensioni che apparissero frutto di azioni di spamming o che in ogni caso arrecassero disturbo all'attività del sito e alla sua immagine editoriale. I commenti con link all’interno del testo, o scritte in carattere maiuscolo, non possono essere pubblicati. Non si possono rimuovere dal sito recensioni già pubblicate.
Da Raffaello a Rubens

Da Raffaello a Rubens

Catalogo della mostra Firenze, Museo della Fondazione Horne, 24 novembre 2000-30 aprile 2001

Scrivi il tuo commento