• -15%

Il restauro dell’Autoritratto di Ida Botti Scifoni

Appunti per una biografia

2,50 €
2,13 € Risparmia 15%
Lingua
Quantità

L’autoritratto, donato agli Uffizi da Matilde Bonaparte Demidoff a perenne memoria della sua maestra Ida, ci consegna un’immagine della pittrice spigliata e anticonformista, mentre osserva con i profondi occhi scuri lo spettatore.

Dopo avere condotto gli studi a Roma, educandosi ai generi del ritratto e della natura morta, i più indicati per una donna, sposò il patriota e letterato Felice Scifoni, affiliato alla Carboneria, che aveva partecipato ai moti in Romagna e, condannato all’esilio, dal 1833 si era stabilito a Firenze.

Di Ida si ricorda che fu scolara di Giovanni Salvagni e che eseguì ritratti di alcune nobildonne, tra le quali Maria Mercede di Bonilla e la stessa Matilde Bonaparte, figlia di Gerolamo Re di Vestfalia, fratello di Napoleone, consorte dal 1841 del principe e collezionista Anatolio Demidoff.

Ida Botti Scifoni doveva essere eccellente conoscitrice delle arti figurative dal momento che, in un ambiente così complesso quale era Villa Demidoff, una sorta di casa museo, era proprio lei che suggeriva gli accostamenti più adatti tra parati, dipinti e sculture di questi interni sontuosi. Oltre che amica fidata di Matilde, allora ritenuta “una delle donne più piacenti e cortesi del mondo fiorentino”, Ida divenne insostituibile ed esperta consigliera nella scelta degli arredi, dei parati oltre che degli abiti personali della principessa.

9788883476136

Scheda tecnica

Curatore:
S. Condemi
Formato (cm):
17 x 23
Anno di pubblicazione:
2011
Pagine:
8
Illustrazioni:
8 a colori

Riferimenti Specifici

ALTRI HANNO VISTO ANCHE...