• -15%

Missa Pro Terrae Humilibus

Una messa composta per tutti i diseredati della Terra.

20,00 €
17,00 € Risparmia 15%
Lingua
Quantità


Nel suo discorso del 5 giugno 2013 Papa Francesco ha parlato del sottosuolo dell’esistenza, in condizione “al limite”, e a chi ha chiesto cosa si debba fare ha risposto: quello che dice Gesù: pregare, pregare per loro. I diseredati della Terra sono oltre un miliardo e trecento milioni, in gran parte in Africa, ma anche nel resto del mondo. Dall’alba della Creazione le donne hanno intonato inni sacri, cantato per le stagioni della vita e sono state responsabili per la trasmissione della vita e della cultura alle successive generazioni. Oggi, come sottolinea Papa Francesco, la creatività e l’energia delle musiciste devono essere utilizzate più spesso per sollecitare riflessioni interiori e spirituali.

Per questi motivi la Fondazione Adkins Chiti: Donne in Musica ha commissionato e dedicato al Santo Padre la Missa Pro Terrae Humilibus. Dieci compositrici, cinque argentine e cinque italiane, hanno accolto il nostro invito fiduciose che l’ascolto della Missa farà pregare, pregare per loro. Le compositrici argentine fanno parte del Foro Argentino de Compositorás, nel Comitato d’Onore Internazionale della Fondazione: a nostra richiesta l’Ave María è in quechua, la lingua degli Indios d’Argentina. Per scegliere le compositrici italiane è stata indetta una “chiamata nazionale” e una Commissione artistica. Il leitmotiv musicale della Missa è il canto di Santa Ildegarda von Bingen Caritas Abundat e il testo del canto finale è di Santa Teresa di Calcutta. Ciò che rende particolare questo progetto è che mai prima nella storia della musica un gruppo di compositrici ha dato il suo contributo creativo nello scrivere le musiche per una messa dedicata al messaggio di un Pontefice vivente. 

978888347797-3

Scheda tecnica

Curatore:
Fondazione Adkins Chiti: Donne in Musica
Formato (cm):
21 x 29,7
Anno di pubblicazione:
2015
Pagine:
80
Rilegatura:
filo refe
Redazione e aggiornamento bibliografico:
Giulia Bastianelli
Copertina:
a colori con plastificazione lucida
Consulenza editoriale:
Giulia Perni

Riferimenti Specifici

ALTRI HANNO VISTO ANCHE...