Dodici anni dopo - Cavalleria's sequel

Liberamente ispirato all’omonimo dramma di Giovanni Grasso (1917)

da un’idea di Franco Zappalà

musica di Mario Menicagli

libretto di Lido Pacciardi e Mario Menicagli

incipit di Emanuele Barresi

illustrazioni di Massimiliano Luschi

preparazione musicale di Stefano Brondi

24,00 €
Quantità

Atto unico su libretto di Lido Pacciardi e Mario Menicagli 

liberamente ispirato al dramma di Giovanni Grasso (1917)

musica di Mario Menicagli

GENESI

Nasce da un’idea di Franco Zappalà, regista e attore siciliano, direttore del Gran Teatro Tenda Zappalà.

L’opera Dodici anni dopo, è ispirata all’omonimo dramma popolare di Giovanni Grasso, uno dei più grandi attori tragici del novecento riconosciuto in tutto il mondo come uno degli artefici dell’ispirazione del metodo Stanislavskij, protagonista di note pellicole di film muti molte delle quali andate disperse o distrutte.

L’OPERA

L’atto unico Dodici anni dopo è da considerarsi un vero e proprio “sequel” di Cavalleria rusticana, di cui conserva alcuni tratti fondamentali: organico orchestrale similare, la ”Preghiera”, lo “Stornello di Lola”, il “Brindisi” e l’Intermezzo, composto rigorosamente in tonalità di fa maggiore.

Si svolge in Sicilia, a Pasqua, dodici anni dopo la tragica vicenda di Cavalleria rusticana, giorno in cui esce dal carcere Compar Alfio.

Santuzza, respinge con fermezza le attenzioni dell’amico Pietro e, segnata dalla tragedia che l’ha colpita, deve provvedere alle cure di Gna Lucia e di Turidduzzu, figlio dodicenne nato dalla relazione con Turiddu.

Frequenti i battibecchi con Lola, donna piacente che continua a far sfoggio della sua bellezza, quasi indifferente alle disavventure procurate. Di grande aiuto è la presenza di Zu Brasi, vecchio e saggio amico di famiglia.

Compar Alfio giunge in paese di nascosto, bramando dal desiderio di essere perdonato da tutti. In un clima di redenzione che caratterizza il finale dell’opera, riuscirà nel suo intento.

I PERSONAGGI

Santuzza soprano

Zu Brasi vecchio amico di famiglia baritono

Turidduzzu figlio dodicenne di Turiddu e Santuzza voce bianca

Compar Alfio baritono

Lola soprano

Gna Lucia mezzosoprano

Pietro spasimante di Santuzzatenore

Filomena paesanasoprano

Paesani e paesane, ragazzini

La vicenda si svolge in Sicilia, nella seconda metà del XIX secolo

9788833400914

Scheda tecnica

Composition
Musica: Mario Menicagli
Testi di:
Lido Pacciardi e Mario Menicagli
Concept:
partituta musicale
Formato (cm):
210x297
Pagine:
176
Illustrazioni:
6 illustrazioni a color e bianco nero
Rilegatura:
spiralato bianco
Lingue:
italiano

ALTRI HANNO VISTO ANCHE...